Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Parco Faunistico

Seconda parte … un week-end dedicato al divertimento!

May 20, 2014 | By | No Comments

Entrata Natura Viva Percorso Faunistico

Entrata Natura Viva Percorso Faunistico

Dopo Gardaland e Sea Life è la volta di Natura Viva!

... l'ultimo giorno del nostro week-end dedicato ad alcuni dei parchi della zona del Garda è dedicato alla visita per parco faunistico-zoo safari Natura Viva in provincia di Verona. Fortunatamente è tornato a splendere il sole ed è una giornata gradevolissima ed ideale per passeggiare tra i sentieri e le stradine del parco. Arrivati all'entrata vediamo una coda interminabile per entrare nella zona dello zoo-safari, che si può effettuare tranquillamente con la propria auto,

A Natura Viva convivono Ippopotamo e Rinoceronte bianco

Rinoceronte bianco e Ippopotamo a Natura viva

decidiamo quindi di iniziare dal percorso faunistico a piedi. Questa zona è suddivisa in zone della terra, per dare una linea ordinata al giro che viene proposto ai visitatori. Si parte da Sentieri d'Africa dove si incontrano tra gli altri il rinoceronte bianco e gli ippopotami che vivono in armonia nello stesso recinto. Interessante anche la struttura dedicata alla più grande famiglia di scimpanzé in cattività, dove la mattina vengono distribuiti gli "arricchimenti" che consistono in razioni di cibo racchiuse in cartocci o pacchettini di carta che aiutano a stimolare maggiormente gli animali. Simpaticissimi i suricate che sbucano dalla tana perchè devono sempre vigilare il territorio ed avvisare il resto dalle famiglia in caso di eventuali pericoli! Immancabile il leone con le leonesse che si stavano riposando beatamente all'ombra degli alberi.

Leonesse a Natura Viva

Leonesse a Natura Viva

Proseguendo in questa mattina di sole si passa alla zona dedicata  in particolare al Madagascar, con tante specie di lemuri, i più vivaci sono i lemuri catta, che sono stati anche i protagonisti del famoso cartone animato Madagascar appunto.
Arrivando in Oceania si trovano i Wallaby, che altro non sono che piccoli canguri e specie di volatili come il casuario, la gru antigone e l'emu.

il panda minore detto panda rosso

Panda Rosso Natura VIva

Proseguendo il percorso per il parco, molto curato e piacevole si arriva poi verso altre zone dove si trovano gli animali asiatici, europei ed americani. Il simbolo del parco è il panda rosso, panda minore, che nelle ore mattutine dorme tra gli alberi essendo un animale che gira molto la notte... Divertente cercarli tra i rami, ne vedo uno più nascosto tra le foglie, uno invece più visibile, che dorme beato, entrambi appallottolati come gattini, è un piacere osservarli! E' davvero emozionante per me osservare ed incontrare queste specie che non avrei mai potuto vedere nella vita se non in televisione. Al di là di tutto quello che si può dire contro questi parchi, non dobbiamo dimenticare che nascono per aiutare le specie in via di estinzione e si preoccupano della salvaguardia delle razze, inoltre la quasi totalità di questi animali sono nati in cattività e accolti da altri zoo. Tra l'emozione più grande l'incontro "ravvicinato" con il leopardo delle nevi, il giovane

Leopardo delle nevi a Natura Viva

Leopardo delle nevi

felino salta giù dalla sua rupe e si avvicina al vetro che ci separa... annusa un po' in giro, osserva, mi passa davanti che quasi mi sembra di toccarlo e poi sparisce di nuovo tra le rocce. Non è facile vedere i felini di giorno, perché sono tutti predatori che iniziano ad agire principalmente al crepuscolo, ad esempio la tigre dell'Amur non si vede proprio da nessuna parte, ma il mio occhio riesce a cogliere la sua testolina in lontananza tra l'erba alta, dove si riposa al fresco in attesa che le ore più calde siano trascorse... Avrei voluto vedere la tigre muoversi e più da vicino, un motivo in più per tornare a Natura Viva! Tanti altri animali si possono vedere lungo i sentieri, molti volatili, diversi tipi di cervidi, altri meravigliosi felini come l'ocelot, la lince e i gatti selvatici, tutti intenti a schiacciare una bella pennichella 🙂
Bello anche lo spazio dedicato ai lupi europei che si scorgono tra gli alberi, i tapiri che però dormono così come gli orsi andini e le tante scimmiette tra cui il tamarino imperatore e lo uistitì.

Caimano Natura Viva

Caimano Natura Viva

Un'area è dedicata anche agli animali della fattoria, dove i bambini si divertono ad accarezzare in particolare le caprette; non manca inoltre la serra tropicale, con un caldo umido incredibile all'interno, dove si possono trovare i caimani, gli armadilli, i pipistrelli, il bradipo, le farfalle e le teche con i serpenti di ogni tipo.
Decidiamo di non fare visita all'Extinction Park anche se sicuramente per gli appassionati è interessante passeggiare tra le riproduzioni dei mastodonti e dei dinosauri.
La mattina è ormai terminata, ora di mangiare, ci fermiamo la Simba Self, ma quando vediamo la fila e la massa di famigliole che deve ancora pranzare, decidiamo per un panino al Timbavati bar.
Il parco faunistico è un posto veramente bello e rilassante, si percepisce l'accuratezza del luogo e l'amore per  gli animali.

La parte dello Zoo Safari...

Entrata Zoo Safari Natura Viva

Entrata Zoo Safari Natura Viva

Struzzi Safari Natura Viva

Struzzi Safari Natura Viva

Dopo pranzo è la volta del Safari... Tra struzzi e zebre girano tranquillamente fra le auto,  le giraffe... Non ne avevo mai vista una dal vivo, emozionante quando sono riuscita ad attirare la sua attenzione ed è arrivata fino ad annusarmi la mano 😀
Antilopi, Nyala, Impala, Asino Somalo, Lemure Rosso e Lemure Bianco e Nero, Bue dei Watussi, Potamocero, fino ad arrivare nella zona più protetta dove sono i carnivori: Iena Maculata, Leoni, Ghepardi che in realtà sembrano tutti molto mansueti e disinteressati al nostro passaggio, ma sempre affascinanti. Il Safari ha una durata di circa un'oretta, la visita a Natura Viva finisce, le emozioni e la gioia di questi giorni rimangono...

Ghepardo nascosto nell'erba

Ghepardo nascosto nell'erba

 

Tanti simpatici amici mammiferi per i parchi tematici…

September 11, 2013 | By | No Comments

Nel corso degli anni, girando e visitando i parchi divertimento più famosi d'Italia, mi sono reso conto che in molti di questi la fanno da padrone gli animali, che attirano sempre tanti visitatori, tra grandi e piccini. In particolare i delfini sono tra i mammiferi più amati e ricercati; sarà per il loro simpatico muso, perché sembra sempre che sorridono, sarà perché sono abili nuotatori ed imparano così in fretta i salti e le capriole che gli vengono insegnati, fatto sta che per molti parchi sono l'attrazione numero1.

Delfini che passione!

Delfini che passione!

Al di là dei numerosi delfinari che si sono susseguiti nelle località marittime italiane, che sono andati via via scomparendo, al di là di tutta la polemica che gira intorno a questo business, voglio pensare che ormai tutti i delfini che vivono e crescono nei parchi tematici sono nati in cattività e quindi si trovano a loro agio nelle vasche a loro dedicate, dove sono circondati da veterinari ed addestratori che li curano, li rispettano e li amano.
E' anche per questo motivo, un po' come gli animali domestici, che la loro vita è migliorata, scongiurando malattie e fame, per questo si è alzata anche l'età media della loro esistenza, è il caso di Pelè, la delfina tursiope che ha compiuto 49 anni, originaria della Florida, si trova al parco di Oltremare da quando è stato inaugurato nel 2004 e gode di ottima salute, partecipando ancora attivamente agli spettacoli. Il delfino più famoso del parco di Riccione è Ulisse, come si può dimenticare il delfino curioso nato nel settembre 1997 da mamma Candy e babbo Bravo. Ora ormai adulto da un po' di anni, capo branco della vasca, con la sua compagna Blue ha dato alla luce Zeus, un bel maschietto che ha ormai 3 anni e che già da tempo rallegra grandi e piccini insieme agli altri compagni nella Laguna di Taras.

Zeus e mamma Blue

Zeus e mamma Blue

Proseguendo per lo stivale si raggiunge un altro parco tematico ed acquatico, che propone sia attrazioni come scivoli, piscine e roller coaster, sia spettacoli di animali diversi, tra cui pappagalli, foche e i simpatici odontoceti, stiamo parlando di Zoomarine, a Torvaianica alle porte di Roma.

Mamma Leah e la piccola Roma Thai

Mamma Leah e la piccola Roma Thai

Quest'anno in marzo è nata la prima delfina della capitale e per questo chiamata inizialmente Roma. La piccola, dopo un parto particolare poiché nata di testa anziché di coda (come avviene di solito nei delfini) gode di ottima salute, con i suoi 15 kg è stata la gioia di mamma Leah e papà King, oltre che di tutto lo staff che segue da vicino gli esemplari del parco. Successivamente Zoomarine ha deciso di dare la possibilità ai suoi fans di scegliere il nome della delfina attraverso un sondaggio ed è stata "battezzata" come Thai!  🙂
Anche il parco più famoso famoso d'Italia, Gardaland, aveva dedicato un'area ai delfini, il Pala blu che fino ad inizio 2013 ha ospitato Betty, Robin e la piccola Mia, ma per decisioni interne si è preferito chiudere l'attrazione e trasferirli all'Acquario di Genova, dove è stata costruita un'apposita vasca colorata di blu per proteggere i delfini dai riflessi dei raggi solari, progettata dal famoso architetto Renzo Piano. I visitatori dell'acquario potranno così osservare i delfini a 360°, entrando in un particolare tunnel che l'attraversa.
Non solo tursiopi tra le "mascotte" dai parchi di divertimento, al parco faunistico Natura Viva, in provincia di Verona, località Bussolengo, quasi ogni mese nascono cuccioli di razze differenti e anche rare, che oltre ad assicurare il proseguimento di specie che sono a rischio estinzione, attirano tanti visitatori per la loro dolcezza e simpatia.

Panda rosso codina arrotolata

Panda rosso codina arrotolata

L'animaletto simbolo di Natura Viva è il panda minore, detto panda rosso, un simpatico orsetto dal manto marrone-rossiccio, col muso più chiaro striato di bianco, che nel parco ha trovato un nuovo habitat dove riprodursi in sicurezza ed armonia, tra conifere ed alberi di bambù, di cui è ghiotto, che riproducono gli ambienti in cui era solito vivere, come le zone montagnose e le foreste temperate della Cina e dell'Himalaya.
Una caratteristica di questo panda è che dorme di giorno e mangia di notte, quindi spesso lo potrete trovare disteso "a pelle di leone" su un bel ramo di un albero, dove di solito preferisce coricarsi, mentre con la sua lunga coda si copre gli occhi per non percepire la luce e dormire beatamente!

Panda Rosso che dorme su un ramo

Panda Rosso che dorme su un ramo

Che altro dire, non resta che iniziare le visite dei parchi ed incontrare tutti questi simpatici mammiferi 🙂

Natura Viva…un parco che va oltre lo Zoo Safari!

January 4, 2013 | By | No Comments

Cucciolo di Lince Natura viva

Cucciolo di lince, uno degli ultimi nati di Natura Viva

Parco faunistico e centro tutela animali.

Zoo Safari - Natura Viva

I leoni che si possono incontrare allo zoo safari di Natura Viva

Il parco faunistico Natura Viva è stato aperto il 20 giugno 1968 in provincia di Verona, nella vicina  località Bussolengo, nei pressi del lago di Garda, grazie agli sforzi una coppia di coniugi veronesi,  che possiamo annoverare tra i pochi che godono ancora del dono sempre più raro di  amare gli animali ed essere sensibili alle specie a rischio. Il parco Natura Viva, a differenza dei parchi di divertimento classici,  nasce anche per salvaguardare animali in difficoltà o in via di estinzione, per curarli e poi reinserirli nel loro habitat naturale; a tal proposito è presente anche la sezione dedicata alle nascite dei cuccioli che vengono dati alla luce dagli abitanti del parco, curati e amati dai genitori e dagli addetti, quando possibile, vengono poi introdotti nella natura “vera”.

Nei suoi 44 anni di storia il parco di divertimenti si è ampliato fino a raggiungere 240.000 metri quadrati per un totale di 7 km di strade e percorsi.

Quanti animaletti a Natura Viva...

panda-rosso

Il panda rosso come animaletto simbolo di Natura Viva

Il parco propone anche un vero e proprio zoo safari, dove si entra con la propria auto e, andando molto ma molto piano (bisogna rispettare gli animali), si possono incontrare ed osservare gli animali tipici della savana africana; tuttavia non manca la parte del percorso a piedi, in cui si trovano diverse tipologie di animali a cui si è cercato di ricostruire, quanto più possibile, l'ambiente naturale in cui vivono e crescono, adibita anche alla conservazione delle specie in via di estinzione. A tal proposito si può considerare il Panda Rosso  come la mascotte del parco, un animaletto che rischia l'estinzione e che a Natura Viva trova rifugio e tranquillità, scusate se è poco per un parco divertimento!

Nel 2010 è stata inaugurata un'attrazione molto bella: I sentieri d'Africa, dove si possono osservare in tutta sicurezza gli animali e la natura tipica del continente nero, come scimpanzé, scimmie, antilopi, rinoceronti, ippopotami, lemuri, testuggini.

Canguri dell'Australian Outback

Novità 2012 a atura Viva: Australian Outback

Nel 2012 invece è stata aperta l'attrazione “Australian Outback”, che ricorda il deserto australe, dove si trovano i tipici animali di quelle zone come canguri, emù e altri uccelli australiani.

E' stata costruita anche la Serra Tropicale dove è stata riprodotta la foresta pluviale tropicale per accogliere i vari tipi di volatili di tanti colori e i temibili caimani; all'interno hanno inoltre trovato il loro habitat, nell'Aquaterrarium,  i rettili, come serpenti, iguane e tartarughe, i piccoli mammiferi e i pesci da barriera corallina.

dodo natura viva

Animali estinti a Natura Viva: il Dodo

Nel parco faunistico c'è anche una zona dedicata agli animali del passato, dove si possono trovare le riproduzioni a grandezza naturale dei dinosauri e di altri animali ormai estinti (come ad esempio il Dodo), insieme alle ancora viventi testuggini, giunte dal passato fino ai giorni nostri.

Natura Viva è un parco veramente interessante sia per i grandi che per i piccini, dove si possono trascorrere giornate a contatto con la natura, divertendosi e scoprendo cose nuove ed interessanti, per questo non si può perdere occasione di visitarlo!

.